Malattie cardiovascolari: la sfida del futuro è trovare nuove forme di connessione medico-paziente

In occasione della Giornata Mondiale del Cuore 2021, Sanofi con IQVIA e in collaborazione con la Fondazione Italiana per il Cuore ha realizzato una nuova ricerca basata sui dati di Real World (RWD) per analizzare le criticità emerse e una survey condotta su un panel di cardiologi, internisti, diabetologi e medici di medicina generale.
Il cuore degli italiani è sempre più a rischio: le malattie cardiovascolari restano ancora la prima causa di morte in Italia, causando il 34,8% di tutti i decessi (31,7% negli [....]

Estate e Covid-19: un mix potenzialmente fatale per la salute dei reni

Per chi soffre di malattia renale cronica, il mix tra stagione estiva, inquinamento atmosferico, cambiamento climatico e Covid-19 potrebbe rivelarsi esplosivo, in particolare per alcune categorie di soggetti con rischio più elevato di sviluppare malattie renali (come i soggetti sovrappeso, ipertesi, diabetici).
Con l’estate alle porte, la Società Italiana di Nefrologia fa il punto sulle buone pratiche da adottare per far fronte alla calura estiva, utili sia ai soggetti a rischio sia [....]

Malattie cardiovascolari in aumento: la pandemia ha comportato una drastica riduzione di controlli ed esami

Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte nel mondo, con una stima di circa 17 milioni di decessi l’anno. In Italia queste patologie sono responsabili del 35.8% di tutti i decessi, superando i 230mila casi annuali. L’impatto del Covid-19 ha provocato un enorme peggioramento, la pandemia ha comportato una drastica riduzione di controlli ed esami e ha penalizzato una corretta alimentazione e sani stili di vita, base della prevenzione.
Le malattie cardiovascolari in Italia sono responsabili del 35.8% di tutti i decessi (32.5% negli uomini e 38.8% nelle donne), superando i 230mila casi annuali. L’impatto [....]

Guariti dal tumore più a rischio per malattie cardiovascolari

I malati di cancro ricevono anche trattamenti come radiazioni e chemioterapia che possono influire sulla loro salute cardiovascolare. Le persone guarite da un tumore possono apportare cambiamenti allo stile di vita che potrebbero spostare il loro rischio cardiovascolare in una direzione positiva
Un nuovo studio ha scoperto che circa il 35% degli americani con una storia di cancro ha un rischio elevato di sviluppare malattie cardiovascolari nel decennio successivo, [....]