"/>

Tecniche all’avanguardia per gli interventi alle valvole del cuore

È italiano lo studio multicentrico più grande al mondo sul trattamento mini invasivo dell’insufficienza mitralica. Lo Studio, pubblicato sull’European Journal of Heart Failure, ha coinvolto 1.659 pazienti in 22 centri dislocati su tutto il territorio nazionale. I risultati hanno evidenziato che il successo tecnico della procedura con MitraClip è stato ottenuto nel 97,2% dei pazienti, con un significativo beneficio in termini di riduzione della mortalità e delle ospedalizzazioni e miglioramento della qualità della vita.

Si chiama Giotto ed è italiano lo studio multicentrico più grande al mondo
sul trattamento mini invasivo dell’insufficienza della valvola mitrale,
la più frequente patologia delle valvole del cuore ed estremamente
frequente nei pazienti con scompenso cardiaco.

Con questo studio la Società Italiana di Cardiologia Interventistica
ha raccolto i dati dei pazienti trattati in Italia con MitraClip, una tecnica
nata in Italia e ormai diventata standard di cura nel mondo
per la riparazione transcatetere della valvola mitrale.

La continua evoluzione tecnologica ha prodotto tecniche sempre
più efficaci, oggi l’intervento con la tecnica MitraClip oltre
a essere meno invasiva determina un miglioramento dei sintomi,
della sopravvivenza e della qualità della vita dei pazienti.

Nel video:
Francesco BEDOGNI
Direttore Unità di Cardiologia Clinica IRCCS Policlinico San Donato di Milano

(Visited 35 times, 1 visits today)