Nuovi farmaci contro la colite ulcerosa
0

Nuovi farmaci contro la colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria cronica che coinvolge selettivamente la mucosa del grosso intestino, il colon, colpendo primariamente la mucosa del retto ma che può estendersi a parte o tutto il colon. Per i pazienti affetti da colite ulcerosa si va verso un futuro più semplice e una vita migliore con l’arrivo anche in Italia di tofacitinib citrato di Pfizer, primo ed unico farmaco orale della classe JAK-inibitori per la colite ulcerosa attiva da moderata a grave.
Numerosi studi dimostrano l’impatto negativo della colite ulcerosa (CU) sulla qualità di vita di chi ne soffre. Questa patologia condiziona in prospettiva tutta l’esistenza [....]
Un’iniezione ogni due mesi per controllare l’HIV
0

Un’iniezione ogni due mesi per controllare l’HIV

Oggi le terapie per contenere l’HIV funzionano e le persone con HIV ne sono generalmente soddisfatte (73%). Il 56% ha cambiato la terapia anti HIV per gli effetti collaterali, il 35% per ridurre il numero di compresse e il 29% per ridurre il numero di farmaci. A ICAR, il congresso sull’AIDS e la ricerca antivirale, sono stati confermati i vantaggi della terapia a lunga durata d’azione per il controllo dell’HIV con nuovi dati sull’associazione di due farmaci, cabotegravir e rilpivirina, somministrata ogni due mesi, che elimina la necessità di assumere quotidianamente una terapia antivirale contro il virus.
Oggi le terapie per contenere l’HIV funzionano e le persone con HIV ne sono generalmente soddisfatte (73%). Il 56% ha cambiato la terapia anti HIV per gli effetti collaterali, [....]
FOTO ICAR GILEAD CLIP
0

HIV, le novità terapeutiche dal congresso ICAR

Confermati a ICAR, il congresso sull’AIDS e la ricerca antivirale, i progressi nelle terapie per il controllo dell’HIV. In particolare, un simposio con il contributo di Gilead Sciences ha sottolineato i vantaggi delle nuove opzioni terapeutiche, a partire dalla possibilità di assumere un numero sempre minore di farmaci.
Al centro del congresso  anche l’arrivo di nuovi farmaci  a lunga durata d’azione,  che consentiranno ai pazienti  di assumere le terapie  dopo diverse settimane. In [....]
FOTO PREMIO GILEAD PERUGIA
0

Tumori, all’Università di Perugia un premio per la ricerca

Il Dipartimento di Medicina dell’Università di Perugia ha vinto il premio Fellowship Program Gilead per una ricerca nella terapia di una forma aggressiva di linfoma. Rivolti al settore della ricerca medica e alle comunità di pazienti, i Bandi si propongono di selezionare e finanziare le migliori progettualità di natura scientifica o socio-sanitaria finalizzate a migliorare la qualità di vita dei pazienti.
Il Dipartimento di Medicina dell’Università di Perugia ha vinto il premio Fellowship Program Gilead per una ricerca nella terapia di una forma aggressiva di linfoma. I [....]
FOTO PREMIO GILEAD NAPOLI
0

Epatite C, un progetto dell’Università Federico II vince il Fellowship Program Gilead

Il progetto per il controllo dell’epatite C realizzato dagli specialisti dell’Università Federico II di Napoli è uno dei vincitori del Fellowship Program Gilead. Per far fronte al rallentamento dei test e delle diagnosi per l’epatite C causato dalla pandemia di Covid, i medici hanno proposto di portare diagnosi e terapia direttamente nelle carceri, nei Servizi per le Dipendenze patologiche e negli ambulatori dei medici di famiglia.
Il modello presentato prevede il trattamento del paziente direttamente in queste sedi con il supporto a distanza degli specialisti dell’ateneo partenopeo. Grazie a terapie [....]
FOTO PREMIO GILEAD
0

Oltre un milione di euro per la ricerca alla decima edizione dei Bandi Gilead

L’impossibile è solo un obiettivo ancora da raggiungere; un orizzonte che diventa possibile. Lo pensa l’85% degli italiani, soprattutto quando si tratta di medicina. Tra le sfide impossibili rese possibili i connazionali citano: il trapianto di organi (51,8%), la vaccinazione di massa degli anni ‘50 (51,1%) e gli antibiotici (48,1%).
L’impossibile è solo un obiettivo ancora da raggiungere; un orizzonte che diventa possibile. Lo pensa l’85% degli italiani, soprattutto quando si tratta di medicina. Tra le [....]
foto TUMORE SENO
0

Tumore al seno: nuove terapie post-chirurgiche riducono il rischio di recidiva

L’obiettivo nel trattamento del cancro al seno in stadio precoce è fornire alle pazienti le migliori possibilità di cura. Purtroppo, nonostante le terapie esistenti, ci sono ancora molte pazienti che vanno incontro a una recidiva della malattia. Oggi però sono disponibili due nuove molecole, trastuzumab e pertuzumab, che rivoluzionano il percorso terapeutico del tumore alla mammella HER2 positivo in stadio precoce.
L’obiettivo nel trattamento del cancro al seno in stadio precoce è fornire alle pazienti le migliori possibilità di cura. Purtroppo, nonostante le terapie esistenti, ci [....]
foto ANESTESIA
0

Un cortometraggio per superare la paura dell’anestesia

Dall’esigenza di informare e rassicurare le persone attraverso la consapevolezza riguardo alla sicurezza delle procedure anestesiologiche, nasce il cortometraggio Paura del Buio, il primo tassello della campagna di informazione #oltreilbuio, promossa da MSD Italia e SIAARTI.
La paura del buio è la più atavica delle fobie. Irrazionale, incontrollabile, fonte di incubi e notti insonni per bambini e genitori, ma anche metafora della paura stessa, che [....]
foto MIELOMA MULTIPLO
0

Una nuova terapia per il trattare le forme più aggressive di mieloma multiplo

Il mieloma multiplo è una malattia del sangue che in 9 casi su 10 tende a ripresentarsi e che fino a pochi anni fa determinava un’aspettativa di vita di pochi mesi. Alle diverse opzioni terapeutiche già disponibili, si affianca un nuovo anticorpo monoclonale che ha dimostrato di ridurre significativamente il rischio di progressione di malattia. Si chiama isatuximab e in diversi studi ha dimostrato la propria efficacia.
Il mieloma multiplo è la seconda patologia onco-ematologica per diffusione. È una malattia del sangue che in 9 casi su 10 tende a ripresentarsi e che fino a pochi anni fa [....]
Schermata 2021-11-17 alle 17.47.51
0

L’importanza della nutrizione nelle persone con tumore

Quasi la metà dei pazienti con tumore è a rischio di malnutrizione già alla prima visita oncologica. Una condizione che viene spesso sottovalutata con il risultato che molti pazienti non ricevono un adeguato e tempestivo supporto. Eppure la terapia di supporto nutrizionale può migliorare la salute del paziente in termini di qualità di vita e di sopravvivenza. Con l’obiettivo di proporre una migliore gestione del paziente soprattutto per i tumori a maggior rischio di malnutrizione, cioè i tumori testa-collo e gastrointestinali è stato elaborato un Documento di Consenso, promosso da Nestlé Health Science, che propone di migliorare la gestione nutrizionale dei pazienti.
“La diagnosi tempestiva di un problema nutrizionale è fondamentale per garantire la corretta gestione dei pazienti oncologici malnutriti. L’intercettazione precoce di [....]
12:11:21video
0

Malattie renali croniche, i vantaggi della dialisi a domicilio

Le ripercussioni del COVID-19 sui pazienti con malattia renale cronica che devono sottoporsi a dialisi sono state molteplici e purtroppo negative. Per circa quattro milioni di pazienti dializzati in tutto il mondo, la pandemia ha rappresentato una minaccia ancora più insidiosa rispetto alla popolazione generale.
«La malattia renale costringe a recarsi in ospedale per la dialisi tre volte alla settimana, con  conseguenze molto negative durante il Covid, non soltanto per le percentuali di [....]
11:11:21video
0

Trapianti e nuovi farmaci per la malattia renale cronica

Dal Congresso della Società Italiana di Nefrologia le ultime novità nella cura dei pazienti. La terapia cellulare promette di rendere i trapianti ancora più efficaci e duraturi. Farmaci per la cura del diabete saranno usati anche nei malati di malattia renale cronica. Questi farmaci riducono il rischio di morte per cause renali e il rischio di arrivare alla dialisi.
Dalla ricerca scientifica arrivano grandi novità per i pazienti nefropatici: farmaci sviluppati inizialmente per la cura del diabete saranno presto usati anche nei malati di [....]