"/>

#afiancodelcoraggio, storie di uomini a fianco di donne con tumore

Si intitola “Il cane Yago” il racconto vincitore del premio letterario #afiancodelcoraggio, ideato da Roche per raccogliere storie di vita realmente accadute raccontate da uomini che vivono a fianco di una donna con un tumore. Il filo conduttore delle storie che hanno partecipato al premio è il coraggio: coraggio di affrontare la malattia ma anche coraggio di accompagnare nella malattia.

Il racconto vincitore ora è anche un cortometraggio, che può essere seguito sui social e sul sito del Premio. Lo spot inoltre andrà in onda sulle reti Mediaset e nei circuiti cinematografici partner dell’iniziativa.
Ed è già partita la prossima edizione di #afiancodelcoraggio, che continuerà a dare voce agli uomini che si prendono cura di una donna con tumore. Dal 1° marzo al 1° aprile 2022 accedendo al sito il pubblico potrà esprimere la propria preferenza attribuendo un like a una storia.Il racconto vincitore, che verrà scelto da una giuria popolare prima e da una giuria tecnica dopo, prenderà vita un un prodotto cinematografico.
«Il premio #afiancodelcoraggio è un premio giovane che fin dagli esordi ha avuto l’ambizione di voler cambiare la lente attraverso cui guardare all’esperienza della malattia, raccogliendo il punto di vista inusuale di uomini, papà, compagni, mariti, figli, amici che sono a fianco del coraggio di donne con malattia oncologica» ha detto Maurizio de Cicco, Presidente e Amministratore Delegato Roche Italia. «In un contesto mutato e reso ancora più drammatico dalla pandemia, dare voce a storie di speranza e di sorprendente normalità, a sentimenti profondi e quotidiani come la gioia, la paura, il dolore, la rabbia – conclude – diventa una responsabilità sociale verso quella che è la nostra storia collettiva come comunità».
«Anno dopo anno il premio #afiancodelcoraggio si consolida come iniziativa di altissimo valore sociale in quanto concentra l’attenzione sugli uomini che assistono con coraggio una donna durante il difficile percorso di cura, ma anche perché porta alla luce lo scenario spesso invisibile in cui si muove chi affronta una malattia, in questo caso migliaia di pazienti oncologici e le persone a loro vicine» ha affermato Gianni Letta, presidente della Giuria. «Presiedere la giuria di questo Premio, oltre che un onore e un privilegio, è per me uno straordinario punto di osservazione che mi mette in contatto con le risorse di dedizione, coraggio, responsabilità diffuse nel nostro Paese, per lo più nascoste e silenziose, ma determinanti per assicurare a tanti cittadini una vita degna anche nella fragilità della malattia».
Maurizio DE CICCO
Presidente e Amministratore Delegato Roche Italia
Gianni LETTA
Presidente della Giuria #afiancodelcoraggio
(Visited 32 times, 1 visits today)