Trapianti, un dono da trattare con cura

Cosa fare per evitare problemi di rigetto

Grazie al trapianto, in Italia circa 50mila persone hanno intrapreso un nuovo viaggio nella quotidianità della vita, dell’affetto familiare, del lavoro, degli studi, dello sport, del tempo libero o delle vacanze. Il progetto “Aderisco Perché, Storie vissute per chi ha una vita ancora tutta da vivere” è la prima Graphic Novel per chi ha ricevuto in dono un organo. E’ stata realizzata per promuovere l’aderenza alla terapia come presupposto per mantenere in salute l’organo trapiantato e recuperare una buona qualità di vita. Racconti diversi tratti da esperienze reali che rappresentano una fonte di ispirazione e di riflessione per tutti i pazienti trapiantati e i loro medici e caregiver. La Graphic Novel “Aderisco Perché – Storie vissute per chi ha una storia ancora tutta da vivere”, stampata in una prima edizione in cinquemila copie, verrà distribuita dalle Associazioni promotrici della campagna, oltre che dalle Società Scientifiche, direttamente ai Centri Trapianto. In Europa si contano quasi 200.000 decessi a causa della scarsa aderenza alle terapie” è quanto riferito dalla Società Italiana Nefrologia e riportato all’interno della seconda edizione della pubblicazione Aderisco Perché. “Oltre a questo, per quanto riguarda nello specifico i trapianti, l’impatto economico sanitario è notevole basti pensare che solo in Europa, ogni anno, la non aderenza alla terapia ha un costo di 1,25 miliardi di euro che include i costi dell’assistenza sanitaria totale, i costi delle prestazioni ospedaliere ed ambulatoriali, ed i costi del pronto soccorso. Senza contare che la mancata aderenza alla terapia ha un impatto negativo sulla qualità di vita dei pazienti e sulla loro produttività con conseguenti ulteriori costi che ricadono su tutta la società. Diventa quindi evidente come la corretta aderenza alle terapie da parte dei pazienti costituisca un fattore chiave anche per la futura sostenibilità economica dei sistemi sanitari.“Aderisco Perché” è stato realizzato con il patrocinio delle Associazioni Aned (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e trapianto onlus), ACTI (Associazione Cardio Trapiantati Italiani), AITF (Associazione Italiana Trapiantati di Fegato), EpaC onlus, Aido (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, tessuti e cellule), le società scientifiche SIN (Società Italiana Nefrologia) e SITO (Società Italiana Trapianti d’Organo), il contributo non condizionato di Astellas.  

Nel video:
Giuseppe VANACORE 
Presidente Aned-Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi
Piergiorgio MESSA
Professore di Nefrologia Università degli Studi di Milano
Giuseppe MADURI 
Amministratore Delegato Astellas
(Visited 21 times, 1 visits today)