Violenza sulle donne, basta indifferenza

Dalla Lombardia una campagna di sensibilizzazione


 Un decisivo e definitivo “No!” alla violenza sulle donne. È il motto alla base del Progetto #NoiFermiamoL’Indifferenza, promosso dal Comune di Cologno Monzese, Janssen Italia e Regione Lombardia. Nato nel 2017 per fermare il fenomeno della violenza di genere nella comunità di Cologno Monzese, il progetto ha creato un Comitato di Uomini Virtuosi, rappresentanti di diverse categorie professionali, impegnati in prima persona con azioni concrete e iniziative di sensibilizzazione sul tema.A “metterci la faccia” per primi furono Massimo Scaccabarozzi, Presidente a AD Janssen Italia e Presidente di Farmindustria insieme a Angelo Rocchi, Sindaco di Cologno Monzese, ritratti con i loro volti, su poster, leaflet, locandine e sul sito del Comune. A loro si sono via via unite altre categorie di uomini che operano e lavorano a diverso titolo sul territorio di Cologno: Paolo Cusumano per le forze dell’ordine, Davide Maita per i tassisti, Enrico Saccà per i docenti delle scuole.«Volevamo fare qualcosa di veramente utile per il territorio in cui siamo – ha dichiarato Massimo Scaccabarozzi -. Abbiamo, quindi, iniziato questo percorso con il Progetto “Artemisia”, uno sportello di ascolto di aiuto alle donne in difficoltà. Poi, abbiamo capito che prevenire è meglio che curare, promuovendo azioni di sensibilizzazione nelle scuole e in generale nella società civile. La massima espressione di questa attività di prevenzione è stata la Campagna #NoiFermiamoL’Indifferenza. Vogliamo insegnare agli uomini a non essere violenti. Ma non ci fermiamo qui, questo è un progetto ambizioso che dopo il Comune e la Regione continuerà a coinvolgere nuovi attori, altri uomini. Ci rivediamo nel 2019».Una battaglia fondamentale, a cui ha deciso di unirsi in prima persona Emanuele Monti, Presidente III Commissione Permanente Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia.  «Oltre 3milioni le donne che hanno subito qualche forma di violenza negli ultimi anni in Italia – ha affermato il Presidente Emanuele Monti -. Un dato impressionante e l’indifferenza deve finire. Bisogna mettersi in discussione radicalmente e metterci la faccia davvero, per questo ho aderito a #NoiFermiamoL’Indifferenza in prima persona. Regione Lombardia la faccia ce la mette da tempo e continua a farlo, ma da tutte queste importanti iniziative ora è il momento del cambiamento in termini concreti. La Regione c’è, noi ci siamo, quindi attenzione a qualsiasi forma di violenza, soprattutto psicologica, la più terribile di tutte». Si stima che la violenza di genere coinvolga in Italia 8 milioni 816mila (43,6%) donne fra i 14 e i 65 anni, vittime di qualche forma di molestia, 3 milioni 118mila (15,4%) quelle che le hanno subite negli ultimi tre anni. Sono all’ordine del giorno le notizie di casi di aggressioni, violenze domestiche, soprusi fisici e psicologici. Una situazione allarmante a cui è necessario porre rimedio subito. Per aderire alla Campagna #NoiFermiamoL’Indifferenza, contattare il numero 02.25308353 o scrivere a noindifferenza@comune.colognomonzese.mi.it.

Nel video:
  • Dania PEREGO
    Assessore ai Servizi Culturali e Pari Opportunità, Comune di Cologno Monzese
  • Massimo SCACCABAROZZI
    Presidente a AD Janssen Italia e Presidente di Farmindustria
  • Emanuele MONTI
    Presidente III Commissione Permanente Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia
(Visited 22 times, 1 visits today)